Blue Flower

Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). Deficit della Attenzione (ADD e ADHD).

Dalla valutazione al potenziamento delle abilità scolastiche e della attenzione.

 Dall’infanzia alla adolescenza si manifestano numerosi cambiamenti sul piano fisico, cognitivo, affettivo relazionale e comportamentale del bambino.

L’inserimento nella scuola o il cambiamento di classe, l’interazione con i coetanei, l’apprendimento delle regole sociali, la nascita di un fratellino, sono solo esempi delle importanti fasi che il bambino deve affrontare e talvolta queste possono creare delle difficoltà, facendo sperimentare al bambino momenti di disagio e frustrazione.

Le figure adulte attorno al piccolo, i genitori o i nonni, gli insegnanti, il pediatra, possono cogliere eventuali segni di difficoltà che il bambino presenta. In questo caso può essere utile ricorrere ad un parere esperto al fine di comprendere la natura del disagio ed, eventualmente, trovare la strada da percorre per aiutare al meglio il bambino e la sua famiglia.

Per le difficoltà dei bambini e dei ragazzi, si effettuano Valutazione e Trattamento dei principali disturbi dell’età evolutiva per le diverse fasce d'età.

Disturbi dell’attenzione. Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA).

Tali disturbi sono presenti nel 3-5% dei bambini in Italia, cioè in una classe di 30 bambini vi possono essere 3-5 bambini con difficoltà nell’apprendere ed utilizzare alcune abilità quali scrivere, leggere, fare i calcoli, senza che vi sia un ritardo mentale. Un bambino in questi casi deve fare grandi sforzi e prestare moltissima attenzione per apprendere le abilità richieste e non sempre tali sforzi portano al risultato sperato. Il bambino, quindi, spesso appare come svogliato, disattento, disinteressato a ciò che si fa in classe.

Aiutare un bambino che presenta tali difficoltà è fondamentale, ma a tale scopo è necessario fare una valutazione attenta e dettagliata delle aree di sviluppo del bambino, per poi offrirgli il supporto più utile a seconda del problema riscontrato.

Potenziamento del bambino e psicoeducazione dei genitori (Parent Training).

E’ un servizio di tutoraggio e sostegno allo studio pensato in favore di tutti quei bambini e/o adolescenti che hanno difficoltà nello svolgimento dei compiti scolastici, nel mantenere la concentrazione e nel formulare piani di azione a causa di difficoltà di apprendimento o problemi di iperattività, nel rendimento scolastico e nelle attività quotidiane che richiedono le abilità compromesse (lettura, scrittura e/o calcolo). Tali difficoltà possono comportare conseguenze sul piano dell’autonomia nella vita quotidiana e dell’adattamento nel contesto sociale.

Attraverso il sostegno di figure competenti, si vuole costruire strategie per la soluzione di problemi, al fine di aumentare il senso di efficacia e di sviluppare l'autonomia.

Particolare attenzione viene data anche nell’instaurare con i genitori un clima di collaborazione e confronto per sostenerli nel loro ruolo e nei rapporti con la scuola;

L’obiettivo della consultazione è fornire ai genitori una chiave di lettura delle difficoltà del figlio ed impostare un percorso finalizzato.